Close
Roma
In comunione… con la Parola!

di Suor Maria Agata Szymkowiak 

Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.”

(Gv 1,6-8)

O Parola d’Amore 
risplendi gloriosa
nei nostri cuori,
nelle nostre menti!
Fa di noi Tuoi testimoni
credibili, solari e contagiosi!

Quanto ci è necessario
un ragio della Tua Luce
perché ci penetri nell’intimo
e ci renda Tuo riflesso,
Tua tenera carezza,
Tuo sguardo di pace!

La Tua Sapienza
abiti la nostra vita,
fissi in noi le Sue radici,
ci abbracci e ci governi
giorno e notte!

O Luce d’eterna Sapienza
fa che non desideriamo altro
che essere
in Te, con Te e per Te!
Che non desideriamo altro che
darTi testimonianza
autentica e convincente!

Compi in noi,
Ti preghiamo,
quel desiderio
che risuonó
sulle labbra di Paolo:
“Il Dio del Signore nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una profonda conoscenza di lui; illumini gli occhi del vostro cuore per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati, quale tesoro di gloria racchiude la sua eredità fra i santi.” (Ef 1,17-18).

O Parola d’Amore 
in Te siamo
straordinariamente,
incessantemente,
potentemente benedetti!
Ne tragga beneficio
l’umanità intera!
La nostra testimonianza
nella vita
che ci doni di vivere
non venga mai meno!

“O Luce dei credenti,
riempi della tua gloria
il mondo intero,
e rivelati a tutti i popoli
nello splendore della tua luce.” (Colletta)
Amen!

…son vissuti, son passati sulla terra, come fiori olezzanti, animi grandi e generosi capaci di sostenere il dolore che si prova a viver coi tristi; ha voluto sapere, intendere come era, come fosse questo vivere fra gli abbietti, un Dio, la perfezione stessa l’Essenza tutto luce, tutto fuoco, ed ecco la capacità, la forza l’amore di vivere noialtri e anche la comprensione di sapervi svolgere, di salire, di sorvolare con dolcezza bontà e sacrificio a tutte fra tutte le miserie che ci circondano, senza tangersi.”

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 26.12.1938)

Meravigliosa II Domenica del Santo Natale!