Close
Roma
In comunione… con la Parola!

In comunione… con la Parola! 

di Suor Maria Agata Szymkowiak 

Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero”.

(Mt 11,28-30)

O Parola d’Amore
eccomi alla Tua scuola,
tra le braccia dello Spirito!
Ti chiedo
di poter abitare
nella Tua casa,
per contemplare…
per ammirare…
il Tuo Cuore mite ed umile!

Mi abbandono fiduciosa,
e spero in Te,
in Te sono forte,
in Te felice,
in Te vittoriosa,
in Te misericordiosa,
in Te, sazia di Te!,
beata, appagata…

Tu sei la mia Vita,
Tu sei la mia Forza,
Tu sei il mio Tutto!

O Amore mio Risorto
prendo su di me,
con le Tue forze,
il Tuo giogo dolce
dal peso leggero,
per annunciare quanto Sei buono!
Grazie per la Tua
complicità d’amore!
Alla Tua luce cammino,
e se il buio verrà
mi sarà ‘alleato’
perché possa
meglio vedere
la Tua magnificenza
e la Tua bontà
che ho sposato
“ad occhi chiusi”
sin dal mio battesimo!
O scuola altissima
di fiducia!
O grazia su grazia!
Beato quel giorno!
Ora e sempre!
Amen!

Dio ha voluto questa piccola mortificazione e gliel’offra tutta per il bene spirituale dell’anima sua. A S. Caterina da Siena una donna che era medicata con tanta carità dalla santa la calunniò… Che cosa sono i nostri patimenti a paragone di quelli di Nostro Signore e del Santi? facciamo perciò tesoro di quel che Dio ci manda.”

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 1938)

Serena festa!