Close
Roma
In comunione… con la Parola!

In comunione… con la Parola! 

di Suor Maria Agata Szymkowiak

Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.”

(Gv 19,26-27)

O Parola d’Amore 
contemplo il Tuo Amore
e la Tua bontà
nella consegna
che hai compiuto dalla Croce
affidandoci
alla Tua Madre,
affinché la Tua Chiesa
“sorretta dal suo amore,
sia sempre più feconda
nello Spirito,
esulti per la santità
dei suoi figli
e raccolga nel suo grembo
l’intera famiglia degli uomini.”
(Colletta del giorno)

Il Tuo Spirito
ci aiuti a vedere
in Maria Santissima,
e a prendere da Lei
“l’esempio secondo il quale si deve imitare perfettamente Cristo.” (S.Paolo VI)

O Madre nostra amatissima
siamo racchiusi tutti
nel Tuo cuore immacolato,
insegnaci il Tuo silenzio
perché possiamo udire
la Voce di Dio
nella Parola di ogni giorno,
e come Te incarnarLa
ed essere Suoi discepoli fedeli!

Insegnaci la Tua umiltà
e donaci la Tua
esultanza interiore
per le grandi cose
che Dio ha compiuto
per noi in Gesù,
Suo e Tuo Figlio,
Fratello nostro
e Maestro nostro!

O Madre della Chiesa,
Discepola fedele
insegnaci la Tua docilità
allo Spirito Santi
perché possiamo essere
fecondi d’amore,
fecondi di gioia e di pace,
di bontà e di benevolenza,
di pazienza e di mitezza,
di purezza e di grazia!

O Madre nostra Maria
donaci la Tua stessa Fedeltà
ai piedi della Croce,
la Tua Maternità senza frontiere,
la Tua Tenerezza
per lenire le ferite
dell’umanità sofferente!

O Madre della Chiesa
e Regina della Pace
prega per noi
adesso
e in ogni attimo
della nostra vita
in cammino verso la Vita
senza tramonto.
Amen.

Carissima S.r Diletta, mi sembra un sogno leggere le sue lettere così serene e candide e sento che deve star bene e me ne viene tanta consolazione. La ringrazio e prego Dio per la mia piccola piccola portalettere fidatissima che non mai fallì nel portare in tempi difficili, con estrema delicatezza, l’ufficio affidatole – La ringrazio del ricordo e Dio la benedica.”

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 06.06.1938)

Sereno lunedì dopo Pentecoste, sotto lo sguardo materno di Maria Ss.ma, Madre della Chiesa!