Close
Roma
In comunione… con la Parola!

di Suor Maria Agata Szymkowiak

In quei giorni, Giuda e i suoi fratelli dissero: «Ecco, sono stati sconfitti i nostri nemici: andiamo a purificare il santuario e a riconsacrarlo». […] Nella stessa stagione e nello stesso giorno in cui l’avevano profanato i pagani, fu riconsacrato fra canti e suoni di cetre e arpe e cimbali. […] Grandissima fu la gioia del popolo, perché era stata cancellata l’onta dei pagani”.

(1Mac 4,36.54.58)

O Parola d’Amore
Ti lodo ed esulto in Te!
Lodo
la Tua Misericordia,
esulto
per la Tua grandezza,
per la Tua vittoria sul peccato,
per la liberazione
che operi
a nostro favore
dai nemici
che ci circondano.

AscoltandoTi oggi
mi sento esortata
a vivere bene
il Sacramento della Riconciliazione
che racchiude
l’esame di coscienza
per riconoscere i peccati,
un sincero dispiacere per averli commessi,
il proposito di migliorare,
la confessione dei peccati,
la riparazione.

Compiuto ciò
con l’aiuto della grazia
la vita diventa nuova,
il santuario dell’anima
purificato
e l’assoluzione
ci consacra,
ci restituisce all’Amore del Padre!
La gioia è indescrivibile,
è grandissima,
davvero
la gioia è pura e santa!

O Spirito creatore
che ci fai nuovi
e fai nuove tutte le cose
insegnami l’arte
del pentimento
e della riparazione.

Ricordami, Ti prego,
che l’amore sincero
per riparare
non è mai piccolo
agli occhi di Dio Padre
e che Egli si compiace
degli umili e puri di cuore.

O Spirito santo
purificami
e fai bella in me
la casa di preghiera
per il Signore mio e Dio mio.
Cammina con me
e uniscimi al Cuore
del mio Sposo Gesù.
In Lui,
consegnami al Padre
perché possa cantare senza fine:
“Tua, Signore, è la grandezza, la potenza, lo splendore, la gloria e la maestà: perché tutto, nei cieli e sulla terra, è tuo”. (1Cr 29,11)
Amen

Tu lo sai ben leggere questo mio cuore e saprai intendere come vorrei consolare, aiutare, far sorridere di gioia, piccoli e grandi e vecchi tutti per riparare in parte il male e le deficienze degli altri – Non dubitare mai di me e sì prega perché io viva ancora un poco, almeno per sapervi amati sinceramente”.

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 25.01.1935)

Serva di Dio Giuseppina Arcucci, prega per noi! 

Sereno venerdì!