Close
Roma
In comunione… con la Parola!

di Suor Maria Agata Szymkowiak 

Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal “Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele (cfr. Is 7,14) che significa Dio con noi»”.

(Mt 1,20-23).

O Parola d’Amore,
o Potenza che salvi,
o Luce che vinci
le nostre tenebre!

Considerando
il Mistero del Natale
contemplo
la docilità allo Spirito
di Giuseppe e di Maria
…perché si compisse
la Scrittura!

Docilità.
Silenzio.
Ascolto.
Umiltà.
…come quattro pareti
di una casa dove
Dio venne ad abitare!

Queste disposizioni interiori
hanno portato
il loro frutto
di Salvezza!
Sono luogo sacro
dove lavora lo Spirito,
è dove Egli passa
e rende tutto fecondo!

È dentro quelle pareti
che è diventato
famigliare a Maria
il passo del profeta Isaia
che annunciava
la maternità ad una Vergine!

O Spirito Santo, vieni, incessantemente!
Accompagnaci dentro
il Mistero della nostra fede!
Aiuta la docilità!
Difendi il silenzio!
Sostieni l’ascolto!
Infondi l’umiltà!

O Spirito Santo,
o Eterno Amore!
Vieni infiamma
i nostri cuori!
Ora e sempre!
Abbi pietà di noi,
Vieni!
Abbi pietà di noi,
Vieni!
Abbi pietà di noi,
Vieni!
Amen.

per Natale facemmo una bella funzione a mezzanotte con processione, tre Messe, canti ecc. Vennero tutte cinque le suore delle due case vicine e con queste facevano una splendida figura.

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 04.01.1931)

Bellissima giornata nel terzo giorno della Novena del Santo Natale di Gesù!