Close
Roma
In comunione… con la Parola!

di Suor Maria Agata Szymkowiak

Fratelli, entrando nel mondo, Cristo dice: «Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, un corpo invece mi hai preparato. (…) Allora ho detto: “Ecco, io vengo per fare, o Dio, la tua volontà”». (…) Mediante quella volontà siamo stati santificati per mezzo dell’offerta del corpo di Gesù Cristo, una volta per sempre”.

(Eb 10,5-10)

O Parola d’Amore 
hai un Corpo che il Padre
Ti ha preparato
e con il Tuo Corpo
entri nel nostro,
per una comunione profonda,
per redimerci,
per salvarci…

Ci abiti
per fare sì
che tutto in noi:
spirito, anima e corpo
si conservi irreprensibille
per la Tua venuta gloriosa.

O Parola d’Amore 
contemplando
il Tuo Corpo
penso a quello di Maria
che Ti ha accolto
dentro una maternità stupenda,
umile, pura e santa!

Penso anche
al Corpo di Giuseppe
che destatosi dal sonno
obbedì subito
al volere divino:
custodí Maria
e Ti fece da padre
giusto, umile, silenzioso…

O Parola d’Amore 
dentro ogni Corpo
contemplo
il Mistero della Vita
che va sempre accolto,
accudito e celebrato.

Contemplo allora
l’esempio lasciatoci
da avanzata in età Elisabetta,
e da giovane Sposa di Giuseppe Maria Vergine.
Con la loro squisita
apertura alla grazia
e l’ospitalità caritatevole
generano la gioia
che fece sussultare
in Elisabetta la Vita 
e proclamare
la prima beatitudine:
“E beata colei che ha creduto…”,
mentre Maria eleva al Padre
l’inno più eccelso:
il Magnificat!

O Parola d’Amore
il Tuo Spirito oggi
ci faccia cantare
con gratitudine, gioia e fede
le meraviglie del Signore e le grandi cose
che Egli compie in noi
ieri, oggi e sempre,
dentro il nuovo sacrificio
per mezzo dell’offerta del corpo di Gesù Cristo, una volta per sempre.

O Parola d’Amore 
Il Tuo Corpo
faccia danzare e cantare il nostro
per la Vita
che in Te
non ha fine!
Il Tuo corpo divino
Il Tuo Volto santo
fa’ splendere e noi saremo salvi. Tu, pastore d’Israele, ascolta, seduto sui cherubini, risplendi. Risveglia la tua potenza e vieni a salvarci.
Amen

Suor Adriana dopo Natale, il lunedì 27, dovrà andare a Pescina – dove starà come 4a suora e aiuterà in quello che occorre dippiù all’Asilo specialmente dove si dà la refezione – Per ora fate buon Natale costà come buone e care sorelle.

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 12.12.1937)

Serena IV Domenica d’Avvento e IV giorno della Novena del Santo Natale!