Close
Roma

In comunione… con la Parola!

In comunione… con la Parola!

di Suor Maria Agata Szymkowiak 

Un sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo.
Diceva agli invitati una parabola, notando come sceglievano i primi posti…”

(Lc 14,1)

O Parola d’Amore ,
o Gesù Maestro
contemplo
la Tua delicatezza
tanto saggia con cui
mi ammaestri,
e facendomi notare
i miei errori
mi correggi
mi aiuti a ravvedermi,
mi conduci
alla fonte che purifica
e mi ricrei con la Tua misericordia.

Così trovando accoglienza
entri ogni giorno
nella mia casa
beneficandomi:
ora con la Tua Parola,
ora con il Tuo Corpo,
ora con la potenza
della Tua Grazia
in cui operi,
santifichi,
ridoni la vita!

O Parola d’Amore 
quanto sento mie
le invocazioni del Salmo:
“Se il Signore non fosse stato il mio aiuto, in breve avrei abitato nel regno del silenzio. Quando dicevo: «Il mio piede vacilla», la tua fedeltà, Signore, mi ha sostenuto”.

[Sal 93(94),17-18]

Anche la certezza
dell’Apostolo Paolo
che siamo amati tutti da Dio e che
“i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili!”
mi muove
alla gratitudine,
mi chiama all’umiltà,
mi verifica nel profondo,
mi conduce
teneramente
alla celebrazione sacramentale del perdono
per infondermi
amore, coraggio e forza!

O Parola d’Amore 
il Tuo Spirito
ricrei in me
un cuore nuovo,
un cuore puro,
un cuore mite ed umile,
un cuore che sa scegliere
gli ultimi posti,
un cuore che sa
dimenticarsi
per scorgere l’altro.
Lo desidero,
o mio Signore,
per la pia corrispondenza
al Tuo Sommo Desiderio
di felicità in ogni cuore,
al Tuo Sommo Desiderio
di abitare ogni cuore.
Amen

Quando i superiori maggiori han dato il titolo e la carica, ordine vuole che sia rispettato per tutte questo incarico. La sua umiltà si risente e Dio la benedica, ma non deve togliere alle altre il merito dell’ubbidienza – e credo che le nostre buone suore non troveranno difficoltà; e ne desidero assicurazione”. 

(Serva di Dio Giuseppina Arcucci, 16.03.1931)

Serva di Dio Giuseppina Arcucci, intercedi per noi.

Sereno sabato sotto la custodia materna di Maria Ss.ma, Umile Serva del Signore!